www.bresciareumatologia.it

Ideato e gestito da Dr. Roberto Gorla

 

 

II° congresso AISF del 8/11/2003

A cura di Ivano Vailati

 

FORUM

Associazione Bresciana Artrite Reumatoide

 

Care amiche e amici , con questa mia relazione vorrei cercare di fare un riepilogo dell’avvenuto congresso AISF svoltosi all’ospedale Luigi Sacco presso Milano.
Sicuramente circa 150 persone si sono ritrovate presso il padiglione Litta; pazienti,amici,parenti medici e anche un gruppo abbastanza numeroso di FIBROAMICI.
Il congresso, ben organizzato, con una scaletta di argomenti mirati alle problematiche dei pazienti fibromialgici, ha permesso di conoscere meglio questa invisibile patologia.
In particolare ci si e’ soffermati sulle varie tipologie di FMS (Primaria-secondaria-concomitante)
Un lavoro egregio e’stato svolto e ben spiegato nella II sessione “alterazioni del sistema nervoso autonomo e sindrome fibromialgica” diretto da S.Colombo (Milano)
Qui il ruolo del sistema Nervoso Autonomo e una sua disautonomia e coinvolgimento del sistema nervoso simpatico, ovvero una alterazione nella neutrosmissione gioca un ruolo importante nel circolo vizioso tipico della FMS-Disturbi del Sonno-Dolore-Depressione etc.
Pur rimarcando le basi comuni della FMS, in particolare ci si e’ soffermati sugli aspetti ereditari che possono svolgere un ruolo nella patogenesi della FMS, ma anche sul fatto che e’ una malattia che e’ fortemente Stress-correlata, proprio perche’ alla base ce’ una sregolazione del SNC.(sistema nervoso centrale).
L’anno di Vita della associazione ha permesso di delineare nella realzione Del Dott.Sarzi Puttini E.Magni, la strategia per diffondere una “consapevolezza” che questa sfuggente patologia esiste.
E le sue ripercussioni sociali-socio/economiche, in particolare e’ in atto una diffusione,anche grazie all’impegno dei soci, degli opuscoli informativi per medici e non.
Uno spazio ci e’ stato assegnato nella Rivista AR (Artrite –Reumatismi) con il patrocinio della LIMAR e ANMAR.
Inoltre AISF aderira’ alla associazione malati cronici nazionale. Visitabile al sito www.cittadinanzattiva.it, questo fatto dovrebbe permettere di far riconoscere Anche la FMS fra le malattie sociali, visto l’ìmpatto alto si stimano circa 2.000.000 di malati in italia e/o potenziali tali.
Dovrebbe permettere una migliore diagnosi, indirizzare subito il paziente verso centri specializzati.
E permettere tramite l’associazione e i gruppi di auto-aiuto e adi sopperire alle carenze del nostro S.S.N.
Si e’ discusso del ruolo importante delle terapie-Non farmacologiche che trovano ampio spazio nella cura e/o controllo sintomatologico di tale sindrome.(Yoga-Rilassamento neuromuscolare profondo-training autogeno etc.)
E’ stato proclamato un impegno a creare presso la Reumatologia del Dott.Sarzi Puttini un Master per medici che vogliono specializzarsi verso questa patologia.
E’ importante che visitate il nuovo sito www.sindromefibromialgica.it e associarVi gratis se siete in possesso di una diagnosi da parte di un reumatologo, e fare in modo che, nella associazione, possiate trovare i migliori consigli, per convivere con questa patologia per lo piu’ cronica e spesso aime’ altamente disabilitante o limitante nella Vostra vita quotidiana, e fare cosi fronte agli inevitabili aggiustamenti di stile di vita richiesti.


Grazie per l’attenzione e il Vostro aiuto
Ivano Vailati